Operazione decapaggio: la nuova vita dell’acciaio

prodotto

Non è raro notare sui componenti di acciaio del sartiame i “punti di ruggine”. Si tratta di macchie rossastre, sintomo di un attacco corrosivo localizzato, accompagnato dal fenomeno della “tea staining”, una generale opacizzazione tendente al marrone. 
Affidarsi esclusivamente al trattamento di passivazione dell’acciaio inox non è sufficiente perché messo a dura prova dall’usura e dalle condizioni climatiche, in particolare dall’ aria salmastra ricca di cloruri. La presenza delle macchie rosse e dell’opacizzazione è un vero e proprio campanello d’allarme, poiché la questione, con il trascorrere del tempo, va ben oltre l’aspetto estetico. La struttura del rigging a lungo termine perde, infatti, le sue capacità e un sartiame poco curato equivale nel tempo ad un’attrezzatura che si trasforma in pericolosa. 

Cosa fare allora per muoversi in totale sicurezza? Di sicuro va effettuata un’operazione di decapaggio. Il primo passo da fare è, quindi, pulire la superficie dell’acciaio da contaminanti ferrosi e sgrassare le superfici interessati. Occorre poi procedere con il decapaggio vero e proprio, scegliendo la tecnica più idonea alla nostra imbarcazione tra Decapaggio meccanico, Decapaggio chimico e Decapaggio elettrochimico. Effettuare un accurato trattamento di decapaggio significa ricostituire l’inossidabilità dell’acciaio, aumentando la durata e dando nuova vita al materiale.  

Contatta il nostro personale tecnico specializzato per effettuare l’intervento sulla tua imbarcazione, la nostra officina mobile può raggiungere tutti i porti del sud Italia.